Pelle matura: come prendersene cura dopo i 60 anni

Pelle matura: dopo i 60 anni la pelle perde tonicità e luminosità e i primi a subirne le conseguenze sono viso, collo e mani. Ma ad oggi ci sono molti modi per potersi prendere cura del proprio corpo e rallentare i segni del tempo. Basta scegliere prodotti mirati e seguire uno stile di vita sano. Vediamo come!

Con il passare del tempo la pelle matura perde fisiologicamente elasticità, morbidezza e luminosità. I primi ad essere colpiti sono il viso, il collo ma anche seno e mani, i punti più esposti alle aggressioni esterne. Uno dei fattori che contribuisce all’invecchiamento cutaneo è la menopausa: infatti la caduta del tasso di estrogeni accelera il fenomeno di disidratazione.

I problemi riguardano anche la pelle matura perché, esaurita la funzionalità ovarica, iniziano le modificazioni a livello cutaneo: la pelle si rilassa e diventa più secca, perdendo la sua compattezza, luminosità, tono ed l’elasticità.

Ma core porvi rimedio?

 

Ci sono molti prodotti e principi attivi che vengono in aiuto alla pelle matura, come ad esempio l’acido ialuronico, la vitamina E ed il burro di karitè .
Ma anche gli oli vegetali sono grandi alleati nella lotta al “rilassamento cutaneo”, il motivo? Sono ricchi di vitamina A, omega 6 ed antiossidanti.

 

Fra i più utilizzati c’è l’olio di rosa che è particolarmente adatto ai bisogni della pelle matura. Caracalla Cosmetici utilizza le proprietà di questo ingrediente per formulare l’Olio Nutriente Rigenerante Viso – 100% Principi Attivi.  E’ un concentrato di principi attivi che nutre e protegge la cute  lascian­dola elastica e vellutata. 

 

Fra le tante cose che si possono fare per regalare nuovamente luminosità alla cute è ad esempio un gommage su pelle asciutta che va a facilitare la penetrazione degli attivi anti-age presenti in vari prodotti di bellezza con delle formulazioni ben specifiche.

 

Ma per avere una bella pelle, curata e luminosa a qualsiasi età è fondamentale adottare sempre uno stile di vita sano ed equilibrato: bisogna bere regolarmente, mangiare cibi ricchi di anti-ossidanti come mirtilli, uva nera, melograno, spinaci, peperoni e barbabietole e poi evitare assolutamente le sigarette e proteggersi dai raggi UV prodotti dal sole.

 

Fra le tante accortezze è importante dormire: infatti regalarsi le giuste ore di sonno aiuta la pelle a mantenersi in salute e bellezza.

 

Da non sottovalutare è la detersione giornaliera:
E’ fondamentale seguire una precisa beauty routine, anche dopo i 60 anni! In primis vale sempre la regola di struccarsi prima di andare a letto.

Ovviamente la skin care deve adattarsi alle esigenze che richiede una pelle matura che rispetto a quella più giovane ha un problema di disidratazione nettamente maggiore. Quindi il trattamento non dovrà essere troppo aggressivo.

Vanno evitati prodotti con tensioattivi le cui proprietà emulsionanti e schiumogene insieme allo sporco asportano anche il film idrolipidico, ossia la sottile pellicola di acqua e sebo che protegge la cute. Con il risultato di aggravare il processo di disidratazione del derma.
Meglio  optare per una detersione più dolce con prodotti poco schiumogeni, idratanti ed emollienti, evitando assolutamente i tonici e astringenti, che vanno ad inaridire la pelle.

Al contrario sono indicati prodotti a basso potere irritante, poco schiumogeni, ed in grado di apportare sostanze idratanti ed emollienti.

I migliori sono i “detergenti per affinità”, che permettono la pulizia grazie all’uso di una sostanza grassa, come un olio o un latte detergente. Perciò non hanno bisogno di tensioattivi e, nel caso della pelle matura che ha una secchezza decisamente elevata, possono essere utilizzati anche senza acqua. Un esempio è la  Spuma Detergente – Pelli delicate   di Caracalla Cosmetici che con la sua formulazione spumosa, è una coccola ricca di idratazione per la cute che deterge a fondo senza irritare.

Lascia un commento